Danubio salato sofficissimo ricetta facile

image

Il danubio è una torta rustica fatta con un impasto simile al panbrioche, formato da sofficissime palline farcite e messe una accanto all’altra. La lievitazione e la cottura le fa unire tra loro e viene fuori questa bellissima corona che, per la sua particolarità nel mangiarla, viene chiamata anche “brioche al pizzico” proprio perché ogni commensale stacca una pallina e la gusta!

Nonostante il nome pare che il danbuio abbia origini napoletane e risalirebbe probabilmente ad un pasticciere (Giovanni Scaturchio) il quale, dopo avere  sposato una donna austriaca, fece ritorno a Napoli negli anni 20 dopo la grande guerra. Nella sua pasticceria oltre ai tradizionali dolci napoletani, propose anche alcuni dolci austriaci in onore della moglie, tra cui il buchttlen (morbida brioche) il quale riscosse molto successo e fu subito soprannominato dai napoletani “dolce del Danubio”, perché quel nome austriaco era troppo difficile da pronunciare!

La prima versione del Danubio quindi è dolce, con un ripieno di marmellata ma visto la versatilità dell’impasto, si pensa anche alla versione salata con salumi e provola, per le merende ed i fuori pasto della gente del posto! Diventa famoso in tutta la città e non solo! Oggi si prepara in tante versioni , in effetti le possibilità di ripieno sono infinite e basta un po’ di fantasia oppure basta solo aprire il frigo, guardare cosa c’è a disposizione e si porta in tavola un Danubio sempre diverso!

Questa ricetta è molto semplice ed ha una sofficità incredibile per la presenza dell’olio di oliva al posto del burro. Ne ho provate diverse, ma solo con questa ottengo una consistenza sofficissima! Si mantiene a lungo e bastano 10 secondi nel microonde per ritornare morbidissimo. È adatto anche alla versione dolce aumentando la quantità di zucchero (60 gr) e usando solo un pizzico di sale, il ripieno potrà essere con crema, con cioccolato, con Nutella, marmellata. Insomma ogni volta un ripieno goloso.

Ingredienti

570 gr farina 0 (oppure metà 00 e metà Manitoba)

250 ml latte tiepido

80 gr olio di oliva

1 uovo intero

un cucchiaino  di zucchero

15 gr sale

7 gr lievito di birra (oppure 100 gr di lievito madre solido)

prosciutto cotto (oppure altri salumi)

provola (oppure altri formaggi a pasta filata)

semi di papavero  facoltativo (oppure altro)

Procedimento

Nella planetaria (oppure in una ciotola se impastate a mano) versare il latte tiepido in cui avrete sciolto il lievito, lo zucchero e l’uovo leggermente sbattuto. Unite la farina ed incominciare ad impastare unendo il sale e l’olio. Impastare fino a quando sarà una palla bella liscia ed omogenea. Mettere su un piano leggermente infarinato e arrotondare l’impasto che deve essere bello morbido.

Sistemare in una ciotola infarinata e mettere a lievitare in un luogo riparato da corrente d’aria (in inverno il forno spento con la sola lucina accesa è perfetto). Aspettare il raddoppio dell’impasto. Nel caso si usi il lievito madre saranno necessarie 6/7 ore (dipende dalla forza del vostro lievito), se si usa lievito di birra ci vorrà molto meno, in ogni caso controllate sempre che sia avvenuto il raddoppio prima di andare oltre con la ricetta. Ricordo che il lievito di birra é preferibile  usarlo in quantità minima, pochi grammi piuttosto che panetti interi.  Questo perché allungando i tempi di lievitazione il prodotto è più digeribile ed il sapore sarà diverso perché avrà sviluppato tutti gli aromi presenti.

Avvenuto il raddoppio, rovesciate l’impasto su spianatoia, fate un filone e tagliatelo in pezzi da 45 grammi circa ed arrotondateli. Intanto che finite di pesare coprite con un canovaccio per evitare che si asciughino.Terminata la pezzatura schiacciate col palmo della mano le palline e farcitele come desiderate. Io ho usato provola e prosciutto ma potete mettere davvero di tutto, compreso le verdure. Sconsiglio solo la mozzarella perché rende umido l’impasto. Cercate sempre di fare rimanere belle tonde le palline in modo da avere una torta  omogenea e bella da vedere. La chiusura va sempre sotto. Disponete le palline un po’ distanziate in una teglia da 30 cm oliata leggermente, dove andranno 20 palline circa.

image

Coprite con pellicola e mettete a lievitare fino al raddoppio. Devono essere belle gonfie e devono unirsi.

image

.A questo punto pennellare delicatamente  con olio e mettere i semi di papavero o di sesamo (oppure niente) ed infornare a 180 gr funzione statica. La cottura dipende dal forno, indicativamente 35/40 minuti, fino a doratura.

image

Sfornate, capovolgete su un vassoio e servite tiepido. Ognuno staccherà la propria pallina!

image

Si mantiene diversi giorni in un portatorte con coperchio in plastica e basta metterlo 10 secondi nel microonde per ritornare sofficissimo. Chi non ha il micro può metterlo in forno riscaldato a 200 gradi, spegnere e mettere il Danubio qualche minuto in modo che si ammorbidisca senza diventare croccante.

L’interno è davvero morbido e goloso.

image

image

image

Passate sulla mia pagina Facebook In cucina con Porzia e lasciate un messaggio!

http://www.incucinaconporzia.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...